Tre modalità della presa in carico psicologico-psicoterapeutica:

 

– colloqui di psicoterapia (adolescenti e adulti): desiderio di mettersi in gioco per avviare un percorso psicoterapeutico individuale, necessità di supporto in particolari momenti di vita e la volontà di smuovere le acque per tornare a “navigare” come un tempo: la psicoterapia risponde ai bisogni di adulti e adolescenti con un percorso specifico e altamente individualizzato.

 

– colloqui di orientamento clinico (genitori e figli): difficoltà in casa, turbolenze di difficile gestione, apprensione e preoccupazioni per il futuro: i colloqui di orientamento clinico sono aperti a tutte le famiglie che abbiano l’urgenza di condividere con un professionista le fatiche sperimentate nel rapporto con i figli e con il non lineare compito della genitorialità.

 

consulenza psicoterapeutica breve (con o senza somministrazione di test di personalità): dubbi, dilemmi e bisogno di “prove oggettive” sul proprio funzionamento: la consulenza breve ha lo scopo di rispondere a un’esigenza diversa da quella psicoterapeutica classica, e si articola in 2/3 incontri di analisi della domanda, valutazione psicodiagnostica e restituzione individualizzata.